Login

Prenotare online case vacanza in Chiusdino su atraveo

  • Toscana | Vacanze in una tenuta agricola
    457 offerte

  • Chianti | Vacanza sul vigneto
    122 offerte

  • Toscana | Con le recensioni migliori
    265 offerte

  • Toscana | Vacanze in spiaggia
    306 offerte

  • Toscana | ​Vacanze con una piscina tutta per sé
    2.811 offerte

  • Italia | Quel certo non so che
    91 offerte

  • Roma | Viaggio nella città eterna
    3 offerte

  • Italia | Ville per viaggi in gruppo
    120 offerte

http://www.atraveo.it//chiusdino
Link da copiare
La sezione della mappa è stata modificata.
Ricaricare automaticamente
Perché non sono visualizzate tutte le offerte? 
map

Recensioni della località

Recensione complessiva su Chiusdino

3,9 su 5 (31 Recensioni del cliente)
Recensire questa località

Alcuni clienti di case vacanza hanno scritto questo su Chiusdino 

  • 5,0 su 5
    Un cliente atraveo ha scritto
    in data 03/09/2017, periodo del viaggio: agosto 2017

    «Attrazioni cittadina storica, diversi negozi di alimentari, un davvero di prima classe gelateria. Il 15 agosto in giro molti eventi incl. Fuochi d'artificio. Ben posizionato per escursioni a San Gimignano, Firenze, Siena.»

    Questa recensione sulla località è stata espressa sulla sistemazione Nr. 8269. La recensione della località è stata tradotta automaticamente dal tedesco. Torna alla lingua originale

  • 3,0 su 5
    Un cliente atraveo ha scritto
    in data 01/09/2017, periodo del viaggio: agosto 2017

    «Chuisdino è un grazioso villaggio con due negozi di alimentari e un supermercato Coop. Ci sono anche tre ristoranti.»

    Questa recensione sulla località è stata espressa sulla sistemazione Nr. 485373. La recensione della località è stata tradotta automaticamente dal francese. Torna alla lingua originale

  • 4,0 su 5
    Cliente atraveo Jürgen Uhlich ha scritto
    in data 15/08/2017, periodo del viaggio: luglio 2017

    «Un molto attraente cittadina con centro medievale conservata città, visibile da lontano su una collina. Per l'infrastruttura di intrattenimento serale occasionale è abbastanza - dei due bar che in particolare 'Vista La bella, anche come ripetuto 'con il suo mal di splendida vista sulla valle e buona offerta il pranzo, come pure dai tre ristoranti di ottima famiglia' La Grotta di Tiburzi". per lo shopping, si ottiene la cosa più importante in due piccoli 'Super'märkten, un buon negozio di alimentari e una macelleria anche se spesso chiuso, ma una più grande, vero e proprio supermercato abbiamo trovato solo 16 km a Rosia (sulla strada per Siena).»

    Questa recensione sulla località è stata espressa sulla sistemazione Nr. 485373. La recensione della località è stata tradotta automaticamente dal tedesco. Torna alla lingua originale

  • 3,0 su 5
    Un cliente atraveo ha scritto
    in data 18/02/2017, periodo del viaggio: luglio 2016

    «Piccolo villaggio ai margini della Toscana, infrastrutture funzionanti, lunghe distanze.»

    Questa recensione sulla località è stata espressa sulla sistemazione Nr. 8271. La recensione della località è stata tradotta automaticamente dal tedesco. Torna alla lingua originale

  • 4,0 su 5
    Un cliente atraveo ha scritto
    in data 21/10/2016, periodo del viaggio: agosto 2016

    «La vicina città di Chiusdino ha di distanza dalle principali flussi turistici a vedere, ambiente storico vale la pena ed è situato sulla parte superiore con una superba vista in tutte le direzioni.»

    Questa recensione sulla località è stata espressa sulla sistemazione Nr. 485373. La recensione della località è stata tradotta automaticamente dal tedesco. Torna alla lingua originale


Alcuni locatori di case vacanza hanno scritto questo Chiusdino

In provincia di Siena, a poco più di trenta chilometri a sud-ovest della città, sulla direttrice viaria per Massa Marittima, su uno dei cocuzzoli delle Colline Metallifere, lontano da importanti vie di comunicazione, il territorio chiusdinese risulta interessato da un processo di antropizzazione precoce, che si fece costante e si ...
mostrare di più
incrementò soprattutto a partire dall'Alto medioevo.
L'origine del capoluogo, Chiusdino, è remota e forse va collocata durante la dominazione longobarda in Toscana: i Longobardi penetrarono in Italia, fra il 568 ed il 569, riuscendo in poco tempo a strappare all'Impero romano d'Oriente tutte le province a nord del Po; a partire dal 572 essi occuparono i territori occidentali della Toscana compresi tra i fiumi Cecina ed Ombrone, più o meno la zona delle Colline Metallifere. L'installazione dei Longobardi nel territorio di Chiusdino e la fondazione del paese risale presumibilmente ad un periodo di poco successivo, nell'ambito della nuova definizione amministrativa che essi diedero ai territori conquistati, in particolare della costituzione di unità militari dette Arimannie, e della fondazione di fortificazioni chiamate clusae o clausurae, per il controllo dei passi e la riscossione dei dazi.
A testimonianza della sua origine longobarda, rimangono a Chiusdino il suo stesso nome, in latino Cluslinum, che deriva da clusa, ed il titolo della chiesa matrice: san Michele Arcangelo, frequente negli insediamenti longobardi.
Con la conquista del Regnum Langobardorum compiuta da Carlo Magno nel 773 ed il nuovo assetto da lui conferito alla Toscana con la creazione dei comitati, più o meno corrispondenti alle circoscrizioni ecclesiastiche, e dei conti, il castello di Chiusdino, situato all'interno dell'ampia diocesi di Volterra, venne a trovarsi nel comitatus istituito in quella città.
Fino all'XI secolo, l'insediamento di Chiusdino poteva ricondursi al suo nucleo centrale, sulla sommità della collina, chiuso da una cinta muraria dal perimetro piuttosto breve, sulla quale si apriva una porta ancor oggi conservata. In tale spazio si possono ancora osservare resti di murature non sempre regolari, a grandi bozze sommariamente squadrate. All'interno di tale cinta, la chiesa di San Michele Arcangelo e presso la porta del castello la chiesa di San Martino. Il castello era talmente esiguo da essere considerato strategicamente ininfluente, ma fra la fine dell'XI secolo e l'inizio del XII secolo, forse a seguito dello sviluppo dell'agricoltura impresso a quelle terre dalla presenza dell'abbazia di Serena o forse in relazione alla coltivazione delle miniere d'argento dei vicini castelli di Miranduolo e di Montieri, si ingrandì tanto da diventare motivo di contesa fra il vescovo di Volterra ed i conti della Gherardesca.
Durante il XIV secolo Chiusdino raggiunse le dimensioni comprese nell’attuale centro storico. Dell’epoca rimangono le mura castellane e la Porta che in esse si apriva per custodire la via verso Siena. Durante il XV ed il XVI secolo la Repubblica di Siena completò l’annessione del paese ed esso ne seguì le sorti. Nel 1554, durante la “Guerra di Siena”, Chiusdino fu assediato e conquistato ora dai francesi ora dai fiorentini-imperiali. Nel 1557 entrò a far parte del Granducato di Toscana. Con le riforme medicee dei secoli successivi, Chiusdino venne a dipendere dal Capitanato di Giustizia di Casole, poi Vicariato Regio. Nel 1776 i Granduchi di Casa Lorena istituirono il Comune di Chiusdino ed il paese fu sede di una Cancelleria Comunitativa. A partire dal 1850 vi fu insediata la Pretura granducale.

La storia di Chiusdino è intrinsecamente collegata a quella del santo locale, Galgano, e la sua Abbazia costruita nelle vicinanza, all’Eremo di Montesiepi.
Su Galgano vi sono pochi dati storici sicuri, come incerto è il suo stesso cognome. Nacque probabilmente nel 1148 a Chiusdino, ora in provincia di Siena, da Guidotto e Dionigia, in una famiglia della nobiltà locale e morì il 30 novembre 1181, giorno della celebrazione liturgica.
Secondo la tradizione, fu un figlio a lungo desiderato ed era destinato, per i costumi dell'epoca, ad una vita da guerriero, quale cavaliere medievale, e nacque nel senese, durante le lotte dei signori locali, Gherardesca, Pannocchieschi ed altri, per la supremazia politico-militare. Era un'epoca di violenze, soprusi e stupri vissuti anche in modo ludico, come manifestazione di vigore e vitalità, ma sempre tesi ad affermare la propria forza e ad ampliare la propria sfera di dominio.
In questo contesto storico Galgano ebbe una gioventù improntata al disordine e alla lussuria, salvo in seguito convertirsi alla vita religiosa e ritirarsi in un eremitaggio vissuto con la medesima intensità con cui aveva precedentemente praticato ogni genere di dissolutezze.
L'abbazia di San Galgano e l'eremo di Montesiepi sorgono nella valle del fiume Merse, fra i borghi medievali di Chiusdino e Monticiano, in provincia di Siena. E' facilmente raggiungibile da Firenze seguendo la superstrada FI-SI fino all'uscita di San Lorenzo a Merse, proseguendo poi verso Monticiano. Lungo il percorso si trovano segnali turistici fino a giungere all'abbazia. Se si sceglie un itinerario meno veloce ma sicuramente ricco di bellezze paesaggistiche si può uscire a Siena e seguire la SS73 che conduce fino al San Galgano.

Il nucleo originario del complesso monastico Cistercense di San Galgano è costituito dal piccolo eremo di Montesiepi, sorto in forme romaniche come mausoleo del giovane santo eremita pochi anni dopo la sua morte, far il 1182 e il 1185. La particolarità maggiore è la cosiddetta 'Rotonda di San Galgano' con pianta quasi unica per le costruzioni del tempo. Essa racchiude, oltre alla tomba del santo, la roccia con la spada. Sebbene un primo sguardo possa far pensare ad un'emulazione delle antiche tombe etrusche di Populonia, Vetulonia e Volterra in realtà l'architetto si ispirò a Castel S.Angelo e al Pantheon di Roma. Oggetto di discutibili aggiunte e manomissioni architettoniche nei secoli posteriori al 1300, un perfetto restauro del 1924 ha riportato la Rotonda al suo aspetto originario. La cappella è costruita usando file di pietra bianca alternata a strisce in mattoni e anche nella cupola continua l'alternanza bicroma che qui crea un'immagine con una sensazione d'infinito. Con il crescere dell'interesse nel culto di San Galgano molti ricchi privati vollero contribuire all'abbellimento della rotonda, nel 1340 fu iniziata la costruzione di una cappella sul lato nord affrescata dal grande Ambrogio Lorenzetti, dipinti ancora oggi in parte visibili grazie ad un'attenta opera di restauro che ne ha arrestato il degrado.
I monaci cistercensi stanziati a Montesiepi, non riuscendo più il piccolo eremo a contenere né loro né i fedeli, decisero di iniziare nel 1218 nella pianura sottostante la costruzione dell'abbazia, incoraggiati dal Vescovo di Volterra. Ben presto i monaci di San Galgano divennero un punto di riferimento per tutto il territorio e per la Repubblica Senese, accumulando sufficienti beni per completare la costruzione dell'imponente Abbazia. Questa presenta il tipico stile gotico degli altri complessi cistercensi, con pianta a croce latina a tre navate, ricca di capitelli intarsiati, chiostro, sala capitolare, campanile etc.
Lo splendore e la ricchezza di San Galgano e gli ottimi rapporti con Siena attirarono su di essa le incursioni degli eserciti Fiorentini che, insieme ad altri eventi politici primo fra tutti l'introduzione della 'commenda' (nel caso specifico il conferimento ad una persona - il commendatario - di un beneficio ecclesiastico al fine del solo usufrutto delle rendite senza nessuno degli oneri annessi), portarono ad un rapido decadimento dell'abbazia già dalla metà del 15 secolo: nel 1550 i monaci erano ormai solo cinque, nel 1600 un solo vecchio e indigente monaco viveva fra le sue mura, ormai in rovina. Il 6 gennaio 1786 il campanile, alto 36 metri, crollò travolgendo buona parte del tetto.
Nel 1789 la grande chiesa fu del tutto abbandonata divenendo così un'enorme cava di pietre e colonne per i paesi della zona. Per fortuna dall'inizio di questo secolo molti lavori di ripristino e mantenimento sono stati intrapresi, tanto che oggi le rovine, ormai senza più tracce del tetto, di San Galgano sono il luogo nel quale si riesce a cogliere al meglio l'armonia fra cielo, pietra e terra ed uno dei monumenti medievali più visitati della Toscana.

Monumenti e luoghi di interesse:

Abbazia di San Galgano
Chiesa della Madonna del Buon Consiglio a Frosini
Casa natale di San Galgano
Chiesa di San Martino
Chiesa di San Sebastiano
Eremo di Santa Lucia a Rosia
Propositura di San Michele Arcangelo
Chiesa di Santa Maria Assunta a Ciciano
Pieve di Santa Maria a Luriano
Chiesa di San Magno a Montalcinello
Cappella di San Galgano a Montesiepi
Santuario della Madonna delle Grazie
Il "Mulino Bianco", simbolo dell'omonima industria, che, sebbene non sia un monumento, si contende il favore dei turisti a dispetto degli altri sopra citati.
mostrare meno
fonte: Azienda Agricola Belli Clara
560 m s.l.m. Piccola, tranquilla località, con 2000 abitanti al centro della regione 50 km dal mare, in collina, in posizione isolata 40 km a sud-ovest di Siena. Tutti i servizi nella località. Collegamenti: autostrada A1 Firenze - Roma, uscita ''Firenze Certosa'' 100 km da Chiusdino. Proseguire su strada Firenze-Siena ...
mostrare di più
- Colle Valdelsa - 541) SS73. Massa Marittima 27 km. San Galgano 10 km. Per gli arrivi in aereo: aeroporto Firenze Pereto (FLR), Pisa (PSA).
mostrare meno
fonte: Interhome AG
A (SIENA) nel centro della Toscana nella Val di Merse ,è situata la struttura casa vacanza montecapino circondata dal verde a Chiusdino in un piccolo borgo della toscana situata in una natura incontaminata, incastonata fra le Crete Senesi e la Maremma, ricca di ginestre, lecci e castagni.

Nel Medioevo in ...
mostrare di più
questa zona si ebbe un fiorire di pievi, fortini e abbazie, di cui si ricordano tra le tante quella cistercense di San Galgano risalente agli inizi del XIII sec.

Casa vacanza montecapino è provvista di due appartamenti che sono dotati di ogni confort compreso: adsl ,wi fi, giardino, piscina, TV a lcd satellitare nella sala ,tv nella camera grande,doppi servizi, riscaldamento indipendente e tante altri servizzi.
Situato nei pressi dell'antico borgo di Chiusdino nella provincia di Siena, nel verde della Val di Merse, potrete trascorrere una vacanza tranquilla e rilassante nella Casa Vacanze Montecapino, recentemente ristrutturata e arredata in stile arte povera toscana.

Si trova a pochi passi dalla famosa Abbazia di San Galgano (la chiesa senza tetto) dove potrete ammirare nell'attiguo Eremo di Montesiepi la famosa Spada nella Roccia. La posizione strategica di Casa Vacanze Montecapino consente di raggiungere in breve tempo le città d'arte di Siena, San Gimignano, Firenze, le località marittime di Follonica a 40 km , Castiglione della Pescaia ,terme di petriolo a 30 km, Marina di Grosseto dove si trvano siti archeologici le Roselle, Betulonia e le località montane del Monte Amiata , Siena a 35 km e Firenze 70 km.
mostrare meno
fonte: Poggi

Foto della località

  • Nr. sistemazione 470314
    dal EUR 623
    per 1 settimana

    Chiusdino, Toscana (Provincia di Siena)

    Villa per max. 5 persone

    Ca. 90 m², 3 Camere da letto, 2 Bagni, Sono ammessi animali domestici (mass. 2), TV satellitare, Accesso internet, Internet senza fili, Lavatrice, Lavastoviglie, Non fumatori, Spiaggia ca. 48 km
    4,5 su 5
    2 Recensioni del cliente
  • Nr. sistemazione 833086
    dal EUR 470
    per 1 settimana

    Chiusdino, Toscana (Provincia di Siena)

    Appartamento per max. 3 persone

    Ca. 55 m², 2 Camere da letto, 1 Bagno, Sono ammessi animali domestici (su richiesta), Mare ca. 56 km
  • Nr. sistemazione 335427
    + 2 alloggi
    dal EUR 364
    per 1 settimana

    Chiusdino, Toscana (Provincia di Siena)

    Appartamento per max. 5 persone

    Ca. 75 m², 2 Camere da letto, 1 Bagno, Sono ammessi animali domestici (mass. 1), TV, Accesso internet, Internet senza fili, Lavastoviglie, Non fumatori,
    Alla struttura appartengono anche 2 ulteriori tipi di sistemazione con 2 alloggi
  • Nr. sistemazione 833084
    dal EUR 1.600
    per 1 settimana

    Chiusdino, Toscana (Provincia di Siena)

    Villa per max. 8 persone

    Ca. 300 m², 4 Camere da letto, 4 Bagni, Non sono ammessi animali domestici, TV satellitare, Internet senza fili, Lavatrice, Lavastoviglie, Mare ca. 47 km, , ,
  • Nr. sistemazione 833085
    dal EUR 2.000
    per 1 settimana

    Chiusdino, Toscana (Provincia di Siena)

    Villa per max. 12 persone

    Ca. 360 m², 6 Camere da letto, 6 Bagni, Sono ammessi animali domestici (su richiesta), TV, Internet senza fili, Lavatrice, Lavastoviglie, Mare ca. 50 km, , ,
  • Nr. sistemazione 485373
    dal EUR 685
    per 1 settimana

    Chiusdino, Toscana (Provincia di Siena)

    Villa per max. 6 persone

    Ca. 140 m², 3 Camere da letto, 2 Bagni, Sono ammessi animali domestici (mass. 1), TV satellitare, Lavatrice, Spiaggia ca. 50 km, Mare ca. 55 km, , ,
    4,4 su 5
    14 Recensioni del cliente
  • Nr. sistemazione 1219651
    dal EUR 2.750
    per 1 settimana

    Chiusdino, Toscana (Provincia di Siena)

    Villa per max. 12 persone

    Ca. 250 m², Non sono ammessi animali domestici, TV satellitare, Lavatrice, Lavastoviglie, ,
  • Nr. sistemazione 722932
    dal EUR 2.853
    per 1 settimana

    Chiusdino, Toscana (Provincia di Siena)

    Villa per max. 12 persone

    Ca. 250 m², 6 Camere da letto, 6 Bagni, Sono ammessi animali domestici (mass. 1), TV satellitare, Accesso internet, Internet senza fili, Lavatrice, Lavastoviglie, ,
Cgo8ZGl2IGNsYXNzPSJoaWRlIj4JCQkJPGltZyBoZWlnaHQ9IjEiIHdpZHRoPSIxIiBzdHlsZT0iYm9yZGVyLXN0eWxlOm5vbmU7IiBhbHQ9IiIgc3JjPSIvL2dvb2dsZWFkcy5nLmRvdWJsZWNsaWNrLm5ldC9wYWdlYWQvdmlld3Rocm91Z2hjb252ZXJzaW9uLzEwMzgzOTQxNTcvP3ZhbHVlPTAmYW1wO2d1aWQ9T04mYW1wO3NjcmlwdD0wJmRhdGE9cGFnZUlkJTNEc2VhcmNoUmVzdWx0cyUzQnRyYXZlbENvdW50cnlJZCUzRElUJTNCbGFuZ3VhZ2UlM0RpdCIgLz48L2Rpdj4KCjxkaXYgY2xhc3M9ImhpZGUiPgkJCQk8c2NyaXB0IHR5cGU9InRleHQvamF2YXNjcmlwdCI+CgkJCQkJaWYgKHR5cGVvZiBBVEl0YWcgIT0gJ3VuZGVmaW5lZCcpIHsKCQkJCQkJQVRJdGFnLnBhZ2Uuc2V0KHsibmFtZSI6InNlYXJjaFJlc3VsdHMiLCJsZXZlbDIiOjh9KTsKCQkJCQkJQVRJdGFnLmRpc3BhdGNoKCk7CgkJCQkJfQoJCQkJPC9zY3JpcHQ+PC9kaXY+Cgo=